Chi disprezza compra

20
di Venanzio Spaventa

E bravo er sor Tufello professore!
Lui sì ch’arippresenta ’na scoperta;
un tar studioso da la mente operta
nun viè che da ’na scola superiore.

Tant’è che un così degno gradiatore,
trovannose su un’isola deserta
co Martufoni, nu’ starebbe all’erta
pe sporzionaje un cantico d’amore.

Io penzo che ’sto fregno, sarvognuno,
ce proverebbe come un allupato
e nu’ lo fermerebbe più nisuno.

Perché, si core appresso a Martufoni,
la musa cià un momento de rifiato
e lui nu’ scrive più certi sfonnoni.