Babbuccio se presenta

47
di Francesco Spigoli

Egreggi e pregiatissimi signori,
io sottoscritto Spigoli Francesco,
«Babbuccio» in arte, stampo satiresco,
vorei fà parte de li gradiatori.

Immezz’a voi, così abbili scrittori,
io stesso, che scribbacchio in romanesco,
si m’accettate penzo che ciariesco
a diventà tra li più bravi autori.

Tra l’antro allego quarche poesia
pe dimostravve senza presunzione
che in quarche modo posso dì la mia.

Spece er sonetto, che pe me è da sballo,
se merita la massima attenzione
e v’autorizzo pure a pubbricallo.