Appuntamenti

57

Se vota in Iran p’arinnovà er parlamento: l’operazioni richiederanno dieci ore, che se ponno prolungà si viè più gente der previsto a li seggi. L’ipotesi nun se pò crede: ar contrario, ’n’astensione larga farebbe ’n favore a le forze conservatrici ch’aripijerebbero la maggioranza assoluta, mentre che quelle riformiste hanno fatto sega a la campagna elettorale. In Italia so’ poco attenti a’ referendum costituzionale de primavera, visto che è indiferente er dato de li votanti e che nun serve avé er quorum de validità: ’n solo voto a favore de più appetto a li contrari farebbe definitiva la riduzione der numero de li componenti delle camere che, senza un terzo de quelli che ce stanno mo, arippresenterebbero de meno la popolazione. In primo piano ce sta er governo: er presidente Conte, invitato da Salvini a preparà li scatoloni e da Renzi a accettà ’n incontro chiarificatore, se sta a dà da fà pe l’agenda operativa pe li tre anni a venì.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

 Ne la foto: ’n elettrice iraniana