Amaro siciliano

3

«Averna, il gusto pieno della vita»: l’amaro siciliano entrò ne le case de l’italiani mezzo secolo fa co la celebre trasmissione televisiva Carosello; è datata ’n anno prima de li mille de Garibaldi, ma già ’n anno prima de li mille de Garibaldi li monaci de l’abazia de Santo Spirito a Caltanissetta aveveno ceduto la ricetta a lo sbinonno Sarvatore in segno de gratitudine pe l’attività benefiche sua. L’azienna cor nome uguale è stata comannata da la famija pe ’n secolo e mezzo fino a fenì drent’er gruppo de Campari, che cià antri marchi storici, come l’Aperol e ’r Grand Marnier; mo se n’è ito Francesco Claudio, l’urtimo titolare de la ditta che ha seguitato a fabbricà ’n prodotto de la mejo tradizione siciliana. Pe barbara sorte la notizia va a paro co l’annuncio der programma de la Campari barman competition, che se farà a Roma tra lunedì e martedì: la sfida finale, presentata da Brenda Lodigiani e Claudio Perinelli, fenirà co la procramazione der mejo barrista de l’anno.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: Francesco Claudio Averna