Accordo tra l’Ue e il Giappone

21

Una sequenza sismica è in corso ai piedi dell’Etna senza segnalazioni di danni a persone o cose: più di dieci le scosse superiori o pari a magnitudo 2: l’epicentro è stato individuato nei pressi di Ragaina. Il presidente Mattarella, parlando all’università di Baku, capitale dell’Azerbaijan, ribadisce che l’accoglienza, la generosità e il confronto tra donne e uomini di culture, etnie e confessioni diverse costituiscono valori irrinunciabili poiché solo coltivando il dialogo si può costruire il bene comune nelle varie società. Staziona nelle acque tunisine la nave mercantile Sarost 5 che ospita quaranta profughi tratti in salvo dal mare: né la Tunisia, né l’Italia né Malta hanno accettato di aprire i propri porti. Rispondendo alle accuse di scarsa umanità il premier Giuseppe Conte ricorda che l’Italia l’umanità l’ha sempre dimostrata sui migranti e sostiene che non si può porre il problema solo quando sono coinvolte imbarcazioni delle ong: con la nostra proposta abbiamo acceso i riflettori sui paesi di origine di queste persone. Avviati i preparativi per l’adesione dell’Albania all’Unione europeo: il commissario all’allargamento Johannes Hahn annuncia a Tirana l’inizio delle trattative per il mese di giugno del prossimo anno perché non c’è tempo da perdere: nel frattempo i preparativi comporteranno un intenso lavoro per identificare la conformità della legislazione con quella europea. Il presidente della commissione Jean-Claude Juncker firma a Tokyo un’intesa di partenariato tra Ue e Giappone, da cui scaturirà la maggiore zona economica di libero scambio con il 30 per cento del prodotto interno lordo mondiale. La prossima settimana, stando alle anticipazioni del ministro per i rapporti con il parlamento Riccardo Fraccaro, dovrebbe essere approntato un provvedimento di milleproroghe estivo: tra gli slittamenti dell’entrata in vigore le norme sulle intercettazioni e sulle banche di credito cooperativo.

Lillo S. Bruccoleri