A le stelle

151
di Armando Luciani

Sbrilluccichio de stelle, occhi sgranati
su ’na paggina nera de mistero…
Ogni scenziato che v’ha interogati
s’è sentito più piccolo de zero.

Astri de luce e dubbio, mai contati,
punti interogativi der pensiero,
suspiri de li côri innammorati,
ditelo voi, che c’è, che c’è de vero

in de ’sta vita tanto tormentata,
che s’accenne e se smorza in un momento,
e pare eterna e invece è ’na sfiarata?

E la musica, l’arte, ogni passione
che te fa sbatte’ er côre più contento,
saranno cose vere o ’na finzione?