A l’abbate Peppe er Greve

30
di Medardo della Rocca

Ma gnente gnente, sor vate mancato,
credete d’esse diventato abbate?
Nun vojo malignà, però guardate
che avete, detto in pratica, toppato.

Dateme retta a me: si sparambiate
la carta co la penna, e un po’ de fiato,
ve farà bene a tutto l’apparato
indò ve nasce er fior de le stronzate.

È facile giostrà da pataccaro,
ma dietro le patacche, lo sapete,
ce cova spesso er genio der somaro.

Dunque sortite presto da l’arena,
visto che a legge quello che scrivete
nun so si fate ride o fate pena.