Liberalizzati i sacchetti per la frutta

60

Nel primo giorno di sciopero delle ferrovie circolano in Francia un treno su otto nell’alta velocità e uno su cinque nel trasporto regionale. Intanto il primo ministro Eduard Philippe annuncia la riduzione di un terzo dei parlamentari che, se venisse approvata la riforma, passerebbero da 577 a 403 alla camera e da 348 a 244 al senato, abbassando il tasso di rappresentatività rispetto alla popolazione. Per fare qualche esempio, nella stessa Francia il rapporto attuale è di un deputato ogni 115.938 abitanti, in Russia 320.667, in Germania 116.598, in Spagna 132.697, in Italia 96.191. Nel testo originario della costituzione, prima della modifica del 1963, era stabilito che la camera fosse eletta in ragione di un deputato per ottantamila abitanti o frazione superiore a quarantamila, mentre a ciascuna regione era attribuito un senatore per duecentomila abitanti o per frazione superiore a centomila. Prosegue la visita di Putin in Turchia e anche l’esercitazione di lancio di missili nel Mar Baltico, appena fuori delle acque territoriali di stati della Nato; gli osservatori notano la coincidenza con il vertice alla Casa Bianca fra Donald Trump e i leader dei paesi baltici. Le consultazioni al Quirinale continuano come da programma, però i tempi non saranno brevi. Antonello Falomi, a nome della associazione ex parlamentari, ha chiesto di essere sentito sui tagli dei vitalizi dalle presidenze delle camere. Liberalizzati nei supermercati i sacchetti di plastica per frutta e verdura, che secondo il consiglio di stato potranno essere reperiti autonomamente dai consumatori purché idonei a preservare l’integrità della merce e rispondenti alle caratteristiche di legge.

Lillo S. Bruccoleri