Fumatore

26

Ma io che male ho fatto, sor dottore?
Ormai me porto appresso ’sta pecetta
e si ciò voja de ’na sigheretta
devo agguattamme come un marfattore.

Benanche me ritengo fumatore,
so’ uno che le cose le rispetta;
ma adesso, co ’sta legge benedetta,
a rispettalle, embè, me piagne er còre.

Dice che inquino l’aria e forze è vero,
però je vojo bene a quer pacchetto;
eppoi so’ cazzi mia si sputo nero!

Tengo li bronchi tali a un calamaro?
Vabbè, vabbè, me dia ’no sciroppetto
de corza, ché me chiude er tabbaccaro.