Er Gisette

45

Eccheli li potenti de la tera,
riuniti, sarvognuno, in concistoro:
fregni che so’ pagati a peso d’oro
pe dì ’na verità che nun è vera.

E daje a fà promessee de straforo
e a dì che in fonno mica è tanto nera.
Ched’è si muta un po’ l’antimosfera?
Negheno pure li mortacci loro!

E mentre, come mandrie de somari,
s’abbrancheno li popoli fregati,
in quanto nun se core a li ripari.

E nun è buffo che a passà in esame
lo stato de mijoni d’affamati
lo facci chi nun sa ched’è la fame?