Er buzzurro pe’ casa

20
di Carlo Marini

Scusateme, sapete, sora Betta,
ma che viè a fà da voi quer milanese?
Quela è gente, fìa mia, sempre sospetta:
perché volete perde e fà le spese?

Crementina è, oramai, bella grannetta;
voi già sapete er vizzio der paese.
Eh! Fate a modo de ’na poveretta,
dateje ’na licenza a la francese.

E, si mai v’amancasse un bon pretesto
pe’ licenziallo senz’arzà la voce,
v’insegno er modo io de fà più presto.

Quanno ch’entra a la porta lo scuntento,
fateve tutte er segno de’ la croce:
vederete che scappa com’er vento!