Delitto d’onore

53

Ammalappena che trovai Carlotta
a sollazzasse assieme a Federico,
’na cosa indegna fatta da un amico
e da mi’ moje manco giovanotta,

– Vergognete a tené tale condotta! –
je dissi tra le cose che ariprico:
– Io smazzo tutt’er giorno, m’affatico,
e accanto m’aritrovo ’na mignotta!

Comunque t’opro er fegheto, te spacco,
vojo levamme ’sta soddisfazzione!
Ma oggi nu’ me va, so’ troppo stracco. –

Insomma, pe levammela da torno
senza commette quarche imprecisione,
decisi d’ammazzalla un antro giorno.