Cammelli troppo belli squalificati in Arabia Saudita

86

La Senna sta salendo fino a cinque metri e potrebbe arrivare a sei entro la fine della settimana, avvicinandosi ai 6,10 metri raggiunti nel giugno 2010. L’allerta è stata lanciata a Parigi, ma anche in altre località a rischio di esondazione dei fiumi in ventitre dipartimenti. A Jakarta in Indonesia la gente è scesa per strada dopo un terremoto di magnitudo 6.0, mentre giungono a cinquantaseimila le persone evacuate intorno al vulcano Mayon, il più attivo delle Filippine, che si prevede possa esplodere con violenza nelle prossime ore o al massimo tra pochi giorni. A Caracas l’assemblea costituente ha fissato per il 30 aprile la data delle elezioni presidenziali, in cui l’attuale capo dello stato sarà candidato unico per il Partito socialista unificato. Cresce in Serbia la fiducia verso l’adesione alla Ue: il ministro per l’integrazione europea, Jadranka Joksimovic, si è detta soddisfatta per l’ultima rilevazione semestrale che per la prima volta ha superato il cinquanta per cento dei consensi. Al King Abdulaziz Camel Festival in corso a Riyad, il concorso annuale di bellezza che per ventotto giorni si svolge in Arabia Saudita, sono stati squalificati dodici cammelli per essere stati abbelliti con iniezioni di botoz nelle labbra, oltre che con rasature e tinte vietate: essendo in ballo premi per 57 milioni di dollari è molto forte la tentazione di imbrogliare. Il regista Luca Guadagnino ha avuto quattro nomination all’Oscar per il film «Chiamami col tuo nome» (Call me by your name): congratulazioni gli sono giunte dal ministro Dario Franceschini e da Francesco Rutelli, presidente dell’Anica.

Lillo S. Bruccoleri