Roma d’oggi

100
RUGANTINO n. 12846 del 20 luglio 2010
di Alfredo Zanazzo

Briganti, come mai se ne so’ visti,
senza sapé da dove so’ calati;
caterve de cannibali affamati,
farsi sfollati, veri camoristi.

Fanno tutta ’na cricca d’affaristi
che vedi sempre in giro affaccendati
a succhià er sangue de li disgraziati
e a fà, dovunque ponno, aripulisti.

Mettece, poi, maschiette a ’gni cantone,
ossigenate, more, bionne, rosce:
puro queste tutt’antro che romane.

Ma Roma fa l’istesso l’impressione
ar forastiero che nun la conosce
d’esse un covo de ladri e de puttane.