Presidente trinitario in Cina

51

Theresa May accetta l’accordo che riconosce tra l’altro gli stessi diritti ai cittadini europei entrati nel Regno Unito prima della Brexit fino alla conclusione del periodo di transizione fissata al 31 dicembre 2020. Rieletto capo dello stato Vladimir Putin con 56 milioni di voti, pari al 76,6 per cento: record assoluto nella storia delle elezioni presidenziali russe, come sottolinea il vice presidente della commissione elettorale Nikolai Bulaen. Non si prevede alcuna telefonata di Donald Trump: il portavoce della Casa Bianca Hogan Gidley dichiara che non suscita sorpresa l’esito del voto per il Cremlino. Sergio Mattarella manda un messaggio a Putin ribadendo il comune impegno a un dialogo costruttivo nel rispetto dei principi e valori che ispirano la convivenza pacifica tra le nazioni. Xi Jinping viene eletto per un secondo mandato con il voto unanime dei 2.970 delegati nel congresso nazionale del popolo; mantiene così la cosiddetta trinità in quanto segretario generale del partito comunista cinese e presidente della repubblica nonché della commissione centrale militare. Jinping ha giurato di difendere la costituzione emendata con ventuno articoli che gli consentono di restare a vita l’uomo più potente dai tempi di Mao Tse Tung. L’attrice Cinthia Nixon, la popolare avvocata Miranda Hobbes della fortunata serie televisiva Sex and the city, contenderà nelle primarie del partito democratico il posto di governatore dello stato di New York all’uscente e favorito Andrew Cuomo. Rischia cinque anni di carcere per violazione della legge sulla immigrazione la guida alpina francese che ospitando sulla sua auto una madre di famiglia le ha consentito di partorire nell’ospedale di Briançon.

Lillo S. Bruccoleri
Articolo precedente
Articolo successivoRoma