Preghiera a Maria

31
RUGANTINO n. 12941 del 15 maggio 2012
di Giorgio Roberti

Madonna, tu che bazzichi er Signore,
che p’amor tuo se caccerebbe un occhio,
famme la cortesia, monta sur cocchio
e va a parlà co lui per un favore.

Dije che vorei chiedeje in ginocchio
d’evitamme l’inferno e quer dolore
e che rinuncio, come peccatore,
ar paradiso, regno der marmocchio.

Dije che grazzie a lui che m’ha creato
vorei mutà in farfalla, in cardellino,
e rimané quaggiù, dove so’ nato.

E quanno er monno se sarà disperzo
vorei gironzolà cor porverino
e sparpajamme in tutto l’univerzo.