Niente sbarco da altre due navi

30

Due migranti sbarcati dalla nave Diciotti vengono fermati dalla procura di Trapani: Bichara Ibrahim Mirghani e Ibrahim Arrad sono indagati per l’aggressione all’equipaggio della nave Vos Thalassa che li aveva soccorsi; l’iniziale accusa di violenza privata viene ora modificata con la contestazione dei reati di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e concorso in favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Sono 450 i migranti trasbordati su una nave della guardia di finanza e su un’altra di Frontex; per la risoluzione di questa ulteriore emergenza interviene il premier Giuseppe Conte, d’intesa con i ministri Salvini, Moavero e Toninelli, proponendo due ipotesi alternative: contatti con la Libia per un eventuale rientro di queste persone ovvero loro permanenza a bordo delle navi per i riconoscimenti e l’esame delle richieste. Con una lettera a Juncker, a Tusk e agli altri leader europei lo stesso Conte ribadisce che il problema riguarda tutti i paesi dell’Unione e l’Italia non è più disposta a farsene carico in modo isolato. Un altro Conte, che di nome fa Antonio, cede la guida del Chelsea a Maurizio Sarri, che lascia Napoli dopo che la nuova società ha ufficializzato il suo ingaggio. Entra in vigore il primo decreto chiamato dignità e l’ex presidente Paolo Gentiloni lo contesta sostenendo che migliaia di lavoratori a termine passeranno da precari a disoccupati. Seconda sconfitta consecutiva dell’Inghilterra nel mundial ad opera del Belgio che si aggiudica il terzo posto; ma Harry Kane, il bomber del Tottenham in predicato di succedere nel Real Madrid all’ormai juventino Cristiano Ronaldo, resterà con ogni probabilità il capocannoniere del torneo. Non riesce alla tennista Serena Williams il tentativo di ottenere l’ottavo titolo sull’erba dell’England Club: in un’ora e sette minuti si impone la tedesca Angelique Kerber che vince il primo Wimbledon della sua carriera.

Lillo S. Bruccoleri