L’ora de le scerte

42

S’avvicina er vertice europeo ma no l’intesa ostacolata da posizioni divergenti. Nun pare avé giovato parecchio l’incontro conviviale all’Aja tra Giuseppe Conte e er primo ministro olandese Mark Rutte, che ner parlamento suo addopra toni che nun se ponno confonne: li sussidi a fonno perduto doverebbeno portà connizioni parecchio rigide, potrebbeno arivà solo si saranno fatte riforme serie, ma nun credo che st’idea sarà accettata; le risposte ottenute inzin’a mo dall’antri capoccia nun me fanno sperà su le possibilità d’arivà a ’n accordo. Er presidente de l’europarlamento David Sassoli intigna su la necessità de ’n bilancio comunitario più largo e dichiara che ha da esse accorta la richiesta de ’n’unione più efficace e ambiziosa. Er commissario pe l’economia e la fiscalità Paolo Gentiloni avverte che ne l’appuntamento prossimo nun se potemo permette né fallimenti né rinvii, perché stamo a vive ’no choc devastante e bigna puntà subito a ’n modello de sviluppo più sostenibile e più giusto.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: Mark Rutte