Liticate ne li mari

24

Se imbruttischeno sempre de più Ankara e Atene su l’esplorazioni marittime co richiami evidenti a l’Unione europea. Er presidente turco Recep Tayyip Erdogan se imbufalisce durante ’na manifestazione a Malazgirt in de la provincia de Mus: invitamo l’interlocutori a nun fà gnisun erore che possi significà la rovina loro; tutt’er monno vede che la Turchia nun è più ’n paese che se pò mette a la prova pe pazienza, determinazione e coraggio; quelli che nun meriteno nemmeno d’esse l’eredi de Bisanzio s’annisconneno dietro a l’europei pe movese come li pirati che nun conoscheno la legge; nun accetteremo mai compromessi su quello che è nostro e semo pronti a fà quello che è necessario; la Grecia è invitata a mettese da parte drent’a l’aree contese. Tensione puro ner mare cinese tra aerei spia americani e missili lanciati da Pechino; er portavoce militare Wu Qian avverte che nun sarà permesso a l’Usa de scherzà e annuncia misure forti a difesa de sovranità, sicurezza e interessi de sviluppo.

Ne la foto: Wu Qian

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)