La filosofia der somaro

133
RUGANTINO n. 12880 del 15 marzo 2011
di Nicola Zitelli

Da quanno Peppinaccio, er barozzaro,
m’ha comprato a la fiera e m’è padrone
me n’ha menate tante, in sur groppone,
pe famme imbavajà dar brijozzaro.

Un po’ pe ’sta natura de somaro
e, in più, perché ho abbassato er coccialone,
mo porto er morzo, faccio compassione
e, ’gni boccone, è un boccone amaro!

Co questo vojo dì che, in concrusione,
tocca sempre, a un somaro, portà er basto
perché, a ’sto monno infame, la raggione

è sempre da la parte der tortore:
puro a un popolo ciuccio j’è arimasto
de portà er basto appresso a un dittatore.