Er televisore a casa

178
RUGANTINO n. 12903 del 24 agosto 2011
di Vincenzo Croce

Cor fatto che noântri a casa, qua,
sêmo ’na fattispece de tribbù,
fìj, cuggnata, moje, zio, papà,
eppoi li regazzini pe’ deppiù,

de sera nun sapêmo cosa fà’:
li regazzi ’n se fanno vede’ più,
le donne se ne stanno a risciacquà’
e papà va dall’oste che sta giù.

Cusì ho pensato, quarche giorno fa,
de sistemà’ in salotto la tivvù
in modo de potesse organizzà’.

Defatti adesso, invece de sortì’,
doppo cena ciannâmo a mette’ là
e tutti assieme stâmo lì a dormì’.