Er mastro muratore

353
RUGANTINO n. 12935 del 03 aprile 2012
di Giorgio Bruzzese

Tiramo avanti ancora de sto passo
e in sto pantano ’ndove cianno messi,
piegati in ginocchione, cotti allessi,
poco ciammanca e ariverà er collasso.

Ce succhieno er sudore cor salasso
e parleno de crisi e de processi.
Tu vacceli a capì: nun so’ l’istessi
che stanno a pascolà ner brodo grasso?

Chi ce governa è un mastro muratore
armato de compasso e de cucchiara
che seguita a svotacce er tiratore.

E beato colui che s’aripara
ché ’gni decreto der fabbricatore
pe noi sarà ’na botta de mannara.