Er circo senza tenna

181
RUGANTINO n. 12898 del 19 luglio 2011
di Paolo Follis

– Signori, entrate ar circo «Meravija»:
ce so’ li trapezzisti coraggiosi,
vedrete li pajacci fantasiosi
e li serpenti drento a la bottija… –

Guardo quell’òmo e, in mezzo ar parapija,
schiacciato da vecchietti e mocciolosi,
je dico: – E a me st’articoli curiosi
vòi fammeli passà pe’ meravija?

Co’ tutti sti pajacci da leggenna,
serpenti, jene e tante bestie ancora,
la vita nun è un circo senza tenna?

E allora, amico mio, me vòi spiegà,
si lì c’è tutto quello che c’è fòra,
drento a sto circo che ce vengo a fà?