Eletto il nuovo consiglio valdostano

48

Approvata in Burundi la riforma costituzionale che ottiene il 73,2 per cento dei voti, con una partecipazione del 96,4 per cento: il presidente Pierre Nkurunziza potrà candidarsi per due mandati successivi di sette anni. Rielezione scontata, anche se con una affluenza alle urne del 46 per cento, di Nicolas Maduro alla presidenza del Venezuela: cinque milioni di elettori su otto lo preferiscono al candidato di opposizione Henri Falcon, che contesta la legittimità del procedimento elettorale. In Valle d’Aosta netta affermazione della Lega e di Cinquestelle: la prima entra con sette rappresentanti  in consiglio dove era assente, gli altri raddoppiano passando da due a quattro; fuori il Partito democratico e Forza Italia per mancato raggiungimento della soglia di sbarramento; arretra l’Union Valdotaine, che pure si attesta sul 19 per cento, seguita a ruota dalla Lega con il 17. Di Maio e Salvini vengono ricevuti al Quirinale e designano il premier: la scelta spetta al presidente, ma il nome è quello di Giuseppe Conte, prestigioso avvocato e docente universitario. Era stato presentato ufficialmente dal Movimento come futuro ministro per la pubblica amministrazione e aveva scritto il programma elettorale sulla giustizia. Parte stasera da Civitavecchia, alla presenza del capo dello stato Sergio Mattarella, la nave della legalità che conduce a Palermo più di mille giovani. Il Giro d’Italia riprende per l’ultima settimana con la tappa a cronometro da Trento a Rovereto: si prevede una media di cinquanta chilometri orari con un tempo di percorrenza intorno ai quaranta minuti. Presentato il settantacinquesimo Open d’Italia: il grande golf fa tappa nel nostro paese con una manifestazione patrocinata dal Coni; tra i media partner si segnalano le testate «Corriere dello sport», «Tutto sport», «il Giornale». Le riprese programmate dalla Rai assicureranno maggiore visibilità a questa disciplina.

Lillo S. Bruccoleri