Delitto de Stato

64
di Arnaldo Di Biagio

Legato come Cristo a la colonna
davanti a na spianata de moschetti
un cittadino prega a denti stretti.
Ma chi lo sarva? Manco la Madonna!

È giorno fatto: fumeno li tetti,
er vento strilla, er mare aggruffa l’onna
e te la fionna in celo, te la fionna.
Ma chi li ferma più ’sti maledetti!

– La legge è legge – j’hanno detto tanti
e lo diceva pure un manifesto;
«Chi sbaja paga e nun ce stanno santi».

Ma quale legge? Quella der più forte?
Quella che quanno chiedi un monno onesto
te mozza er fiato e te condanna a morte?