Cronache scolastiche 2: la madre dello studente

23

’Sto poro fijo nostro s’è sciupato:
è pell’e ossa, nun ce stanno santi,
in grazzia de ’na cricca d’insegnanti
che l’hanno sempre sottovalutato.

Sai che hanno detto? Che nun s’è impegnto,
che nun ha fatto gnente pe annà avanti;
li brutti voti so’ tarmente tanti
che rischia grosso de fenì bocciato.

Ma, porca zozza, cià un cervello in dote
percui li professori, pe puntijo,
je metteno er bastone tra le rote.

Comunquesia, ciavrà la promozzione,
e no perché se tratta de mi’ fijo,
quanto pe via ch’è un genio, un capiscione.