Cento anni fa il voto alle donne

18

È crisi nel Mediterraneo per la nave Aquarius che ospita 629 migranti e che non viene autorizzata ad approdare in Italia. Il ministro dell’interno Matteo Salvini invita il suo omologo maltese Joseph Muscat ad assicurare almeno il soccorso umanitario, ferma restando la richiesta principale di accogliere la nave nell’isola, mentre il presidente del consiglio Giuseppe Conte denuncia l’ennesima indisponibilità di Malta, e dunque dell’Europa, a farsi carico della emergenza. Ma nello stesso tempo è stato disposto l’invio di due motovedette con medici a bordo pronti a intervenire al fine di garantire la salute delle persone a bordo che ne avessero necessità. L’attenzione mediatica è rivolta a Singapore, dove si incontrano Kim Jong-un e Donald Trump: il presidente Usa è arrivato a bordo dell’Air Force One dopo un volo di diciassette ore dal Canada; il presidente nordcoreano è stato ospitato dall’aereo privato di Air China che normalmente viene usato per i funzionari governativi e per lo stesso presidente Xi Jinping, rendendo chiaro l’interesse della superpotenza asiatica alla vicenda della denuclearizzazione. Cortei femminili con migliaia di partecipanti vestite da suffragette hanno sfilato per le vie di Londra, Edimburgo, Cardiff e Belfast per festeggiare il centesimo anniversario del Representation of the people act, la legge che ammise al voto le donne, anche se parzialmente, dopo decenni di lotte non sempre pacifiche in tutto il Regno Unito coinvolgendo le quattro nazioni che lo compongono: Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del nord. Sebastian Vettel domina il gran premio del Canada e si riporta in testa alla classifica mondiale di formula uno: la casa di Maranello non vinceva su questo circuito dal 2004, quando sul primo gradino del podio si era piazzato Michael Schumacher. A Parigi Rafa Nadal trionfa nel Roland Garros imponendosi nella finale su Dominic Thiem e conquistando questo trofeo di tennis per l’undicesima volta.

Lillo S. Bruccoleri