16.4 C
Roma
mercoledì, settembre 20, 2017

In fin de’ conti

Mannaggia a voi! Un occhio de riguardo p’er re gnudo! Ched’è sta sgarberia? Nun v’è bastato er botto Pisapia? Dovevio da sparà st’antro petardo? Ve comportate come Maramardo! Meriterebbe...

L’arte di prender moglie

L’arte de pijà moje, da una parte, è la cosa più facile der monno; e Adamo e Eva quanno se sposònno fecero tutto quanto senza l’arte... Che ce...

Assillo politico

Tu guarda, Berluscò, ch’è capitato a Napoli e a Milano. Un’eresia! È stata cojonata la bucia, er fòco de l’inghippi s’è scottato. C’è un cambio de moneta sur...

Natura e arte

Ciò una ragazza io ch’è una bellezza e se pò dì ch’è fatta a perfezzione. Lei cià bon peso, cornicione, artezza e cià l’occhi più neri der...

La vera poesia

La vera poesia nun è sortanto quella che sanno scrive li poeti; la vera poesia che dà l’incanto sta in fonno a li misteri più segreti. La vera...

Er dialetto mio

Parlavo er ber dialetto de straforo giocanno for de casa e for de scola. E chi lo pò scordà? Io me ciaccoro penzanno ch’ogni tanto ’na parola lassa...

Li tribboli der colonnello

Mentre imbocchi la strada pe Canossa aripenzo a quell’aria da screpante che hai sfoggiato in tivvù, sotto er turbante, er giorno prima d’abbuscà la sbiossa. Preso com’eri a...

Radici comuni

Ebbrei li nostri Santi e la Madonna, ebbreo quer Cristo che ce fa cristiani, ebbreo Mosè che riportò in colonna li princìpi de jeri e de domani. Ebbrea...

Riservatezza

Ce l’ha presente, lei, que’ la signora ch’abbita ar terzo piano? Cià l’amico: un giovenotto che me pare Ghico, co’ ’na faccia da ladro ch’innamora. Ar mezzanino, invece,...

Lo spaventapasseri

Omo senz’omo, un’anima de paja, ’na grinta finta sotto ar cappellaccio; vorrebbe fà paura ma è ’no straccio smosso dar vento immezzo a la sterpaja. A vedello così,...

Piu' letti

E va’ a morrammazzato

A prima vista, ’sta preposizione te fa l’effetto arquanto doloroso; fa immagginà un côraccio da leone, un quadro scellerato spaventoso. Ma invece er romanesco pacioccone lo dice sempre in...

L’attore

Quattro pareti finte, ’na schiarita d’un rifrettore che te sbatte in faccia; reciti la commedia e tra le braccia strigni ’na marionetta senza vita. Te fionni dentro ’n’epoca...

Voce de patria

So’ ritornato jeri da Milano Dov’ero annato a lavorà sto maggio. Che me ne pare?... Eh, quanto ar paesaggio Sarebbe bello: tutto accusì in piano... Ma che vôi...