16 C
Roma
mercoledì, Giugno 3, 2020

L’impiegato municipale

Entra a’l’ufficio, tutto affaccennato, se sdraia un tantinello sur divano, poi s’asciutta er sudore ch’ha buttato e dà ’na scorsa ar «Popolo Romano». E, quanno...

Pennellate su Roma

La tavolozza tua, caro pittore, cià li colori de la nostargia e quanno che spennelli Roma mia me dai ’na puncicata de dolore. Perché arivedo er fiume incantatore senza...

Nun se capimo

Guarda si che ber modo de parlà che cianno ’sti giangurdi maganzesi; sentime, presempio, li francesi: pe’ ditte no, te dicheno neppà! Pe’ ditte a...

Periferia

Periferia de prati, de cantieri, de campi de pallone arimediati, de cocci, de monnezza, de drogati, de muri inciafrujati de penzieri. Periferia de sogni, quelli veri, de giorni...