28.9 C
Roma
martedì, Luglio 7, 2020

Inquinamenti

Quattordici anni, appena sviluppata. – Ma che te senti, fija benedetta? In poco tempo sei così ingrassata e ciai pure un po’ gonfia la panzetta. Ma forse te...

Er teatrino

Quanno la «tela» variopinta e bella viè ritirata come da ’na molla, s’affaccia a la ribbarta Purcinella. E dopo varie mosse e buffonate cor compare ce nasce poi...

Tramonto

Er sole, travestito da pittore, tigne de rosso er monno, da lontano scivola dietro a un monte, piano piano, e sfuma l’orizzonte de colore. Ogni pennello maggico je...

Primavera a l’arba

Torna la primavera che ristora e l’aria è pura, fresca e imbarzamata e mentre dietro ar colle viè l’aurora pare che tutta l’erba sia indorata. La brina sprenne...

’Na vecchia cartolina

Ner cassetto d’un mobbile, in cantina, ne la casa in montagna ’ndò so’ nato, drento a ’n libbro de scôla ho ritrovato de cinquant’anni...

Evviva l’estate

E vedi de piantalla co’ ’sti lagni! Ma che t’ha fatto sciopero er cervello? ’Gni tanto ho da sentì ’st ’aritornello: – Quest’anno nun me manni a...

Dichiarazione

J'ho chiesto amore… È diventata rossa, m'ha guardato… m'ha fatto un sorisetto, poi co' 'na grazzia tutta sua e 'na mossa che m'è ballato er core drento...

Er tuffatore

Nino ce disse, fece: – Mo ce provo! Vado lassù in pizzo ar trampolino e quant’è vero che me chiamo Nino ve faccio un tuffo co’ ’no...

Er coridore

Co’ la maja de lana de colore e le cammere d’aria attorno ar petto, lo vedete girà pe’ l’ore e l’ore tutto scarmato, rosso,...

Er facchino de via Lata

So’ già quattrocent’anni che la mano de ’no scurtore ignoto m’ha creato cor quartarolo in braccio, destinato a facce beve er popolo romano. Da vivo...