13.6 C
Roma
venerdì, Ottobre 7, 2022

È bene ricordà

Tu nun pôi immagginà co’ che piacere m’aggusto le polemiche de fôco fra li partiti e le correnti in gioco de ’sti politicanti de...

Un ballo de socetà

– Permettete ’na pòrca, signorina? – Io ballo poco. – Embè, nu’ je fa gnente; annamo, via, ché mamma lo consente; faccio pe’ faje fà ’na giratina. –...

Martire

Senteme, Toto, nun me strazzià ancora de più de quello che nun so’ strazziata. Ch’ho fatto p’èsse tanto disgrazziata, per avé ’sto martirio che m’accora? Toto, èsse bòno!...

Casetta mia

Tra vicolo dell’Oro e Consolato c’è ’na casetta che ce fa cantone, una vecchia casetta de l’urione a dì poco der secolo passato. Ma si ne parlo c’è...

L’abbacchiaro

Com’aritorna a Roma l’abbacchiaro (perché fino a settembre fa l’ingrese) manna l’avviso subbito ar vergaro, che porti giù l’abbacchi er portaspese. ’Nsinenta a tutto er...

Sempre accusì

Ne moreno ’gni giorno a centinara! Chi s’ammazza pe’ quarche delusione, Chi vô fà un sarto giù dar murajone, Chi se sbudella pe’ ’na...

Ricordi amorosi

Fra li ricordi cari ho ritrovato ’na lettra avuta quarche annetto fa. ’Sta lettra dice: «Angelo adorato, lo sai che senza te nun posso stà perché ’sto pòro...

Li capelloni a Trinità de Monti

’Sti capelloni stanchi e migragnosi, che vònno vive’ a sbafo de ’gni fesso, vengheno a Roma come li rognosi e rammolliti come er pesce lesso. Ariveno dall’estero ’sti...

Italia industriosa

In Italia ogni industria va benone e in questo se pò dì che stamo a posto perché in un modo che è gajardo e...

La loggica der padron de casa

So’ stato a baccajàne dar padrone de casa che, lo sai, m’ha ricresciuto. Avessi visto co’che suggizzione, Peppe, quell’omo lì m’ha ricevuto! – Lei – dice – avete...