Arrivederci, gnappa !

277
RUGANTINO n. 12916 del 22 novembre 2011
di Giuseppe Bernasconi

Arrivederci, gnappa, torna presto
a fà la parte de l’ammazzasette!
So’ tanti a confidà, ce pòi scommette,
che, prima o poi, commetterai quer gesto!

Ce so’ pur io e nun te l’avrebbe chiesto…
Ma devo d’ariempì le nuvolette
rimaste vòte drento a le vignette
create pe mannatte for de sesto.

Perché (mo te lo dico a bassa voce)
nissuno come te è ’na calamita
che sa attirà la satira feroce.

Senza de te, l’hai da capì, che famo
noi che campamo d’ironia «farcita»?
Te prego, torna presto! T’aspettamo.