All’occo… Renzo

9
RUGANTINO n. 12939 del 01 maggio 2012
di Giuseppe Bernasconi

Mo spècchiete, leghista, cazzomatto
e fijo debbosciato d’un par d’«enne»,
ch’offenni ’na città che nun s’offenne
p’er fatto che nun ha commesso er fatto!

Tu, invece, je dai giù cor gratto-gratto
e vai pijanno quer che nun pòi prenne
p’assistematte tutte le faccenne
de casa tua, dicenno: – Me ne sbatto! –

Ricaccia fora er cappio giustizziere
che un tempo cionnolavi in parlamento
quanno partivi p’agguantà er potere.

Ce sei arivato e te sei messo in vista
sur punto sette der commannamento
e da lì sopra bùttete, leghista!