A ’no scavafosse der futuro

170

Interrompiamo la sequenza programmata inserendo il numero pubblicato dopo l'attacco terroristico del 7 gennaio 2015. Vogliamo così rendere omaggio alle vittime di Barcellona e lanciare un messaggio di speranza nel recupero della ragione.

RUGANTINO n. 13126 del 24 novembre 2015
di Giorgio Roberti

Er giorno che riscavi ’sta capoccia
co quele mano piene de mestiere,
te prego de nun damme er dispiacere
de trattalla così, come ’na boccia.

Te prego d’addoprà mano leggere,
puro si ciài le fregne e te ce scoccia,
e de penzà che un cranio senza coccia
pò sempre avé ’na crosta de penziere.

Cerca de ricordatte che ’sta palla
è stata er dindarolo d’ogni idea
che ne la vita m’ha tenuto a galla.

E benché stracco de scavà monnezza
tra quele fosse all’urtima trincea,
si te ce scappa, faje ’na carezza!